SIEV

Codice Etico

La selezione dei contributi avviene in base all’attualità dei temi trattati, alla loro relazione con i fondamenti scientifici, alla originalità delle ricerche, alla corrispondenza degli argomenti con le finalità della rivista, e non in base agli orientamenti disciplinari o, a maggior ragione, alle idee degli autori le quali in alcun modo impegnano la rivista. I contenuti scientifici, le finalità e gli indirizzi della rivista sono indicati, nelle loro linee generali, dal Direttore e dal Comitato Scientifico. Alla Redazione, che fa capo ad un Coordinatore, è demandata la funzione di svolgere le attività di organizzazione dei diversi numeri collaborando con il Comitato Scientifico alla scelta e alla revisione dei contributi, proponendo l’assortimento delle diverse sezioni di ogni numero e definendone la migliore veste editoriale.
La valutazione dei contributi è effettuata da esperti indipendenti scelti di volta in volta dal Direttore e dal Comitato Scientifico e secondo le modalità blind-review. Essi riferiscono al Comitato Scientifico e all’editore circa i contenuti e gli obiettivi, la consistenza scientifica dei contributi, la chiarezza delle argomentazioni in essi esposte, la coerenza di premesse, obiettivi e risultati. Gli esperti si pronunciano in merito alla originalità, all’interesse dei contributi e alla loro efficacia, e indicano le revisioni necessarie a dare maggiore completezza ai lavori e maggiore coerenza tra le loro parti. Il Direttore e il Comitato Scientifico hanno la responsabilità e l’autorità per accettare o rifiutare un articolo; essi hanno inoltre l’obbligo di garantire l’anonimato degli esperti revisori. Gli esperti si impegnano a comunicare tempestivamente la propria indisponibilità a svolgere la revisione nei tempi indicati dal Coordinatore, e a non accettare la revisione dei lavori di autori con i quali hanno in corso, o hanno avuto in precedenza, significativi rapporti di collaborazione. I revisori hanno la possibilità di suggerire studi giù pubblicati non ancora citati all’interno dell’articolo in corso di revisione. Ai revisori è fatto esplicito invito alla massima riservatezza circa i contenuti dei lavori ad essi assegnati.
Agli autori è richiesto di attenersi alle indicazioni dei revisori o di motivare con risposte esplicite un orientamento diverso da quello indicato nella revisione. È inoltre loro esplicitamente richiesto di attribuire correttamente la paternità del lavoro e di evitare ogni forma di plagio e di autoplagio, che, qualora individuato dagli organi della rivista o dai revisori, potrebbe dare luogo alla decisione di rifiutare il contributo. Gli autori, inoltre, sono invitati a comunicare alla Redazione eventuali inesattezze o errori significativi che dovessero riscontrare nel proprio lavoro, entro i tempi tecnici necessari per la pubblicazione, come indicato dal Coordinatore. Agli autori è inoltre richiesto di fornire una lista di riferimenti bibliografici a corredo dell’articolo e di esplicitare eventuali supporti economici ricevuti per lo sviluppo del lavoro presentato nell’articolo. Infine, è responsabilità degli autori dichiarare se i dati presentati nell’articolo sono reali o se sono il risultato di simulazioni L’invio di un articolo alla rivista implica che il lavoro descritto nel manoscritto non è stato pubblicato in precedenza e che non è in fase di valutazione per la pubblicazione in altre riviste. In caso di segnalazione di errori, imprecisioni, conflitti di interessi, plagio in un articolo pubblicato, la Redazione, sentito il Direttore e il Comitato Scientifico, si impegna a darne tempestiva comunicazione all’autore e all’editore, e si riserva di intraprendere le azioni necessarie a chiarire le suddette questioni ritirando l’articolo o pubblicando a stretto giro una ritrattazione o Erratum.
È obbligo deontologico di tutti gli organi della rivista, del Direttore e degli esperti revisori, non rivelare informazioni sugli articoli proposti a persone che non facciano parte degli organi stessi della rivista e che non siano direttamente incaricate della selezione, valutazione e pubblicazione dei contributi; queste si impegnano per quanto in loro potere, a tutelare la paternità dei contenuti scientifici delle ricerche sottostanti e a non utilizzarli per conseguirne un vantaggio personale. Gli organi della rivista hanno la responsabilità di conservare l’integrità dei testi e di garantire standard intellettuali e etici. Il monitoraggio e il mantenimento degli standard qui descritti è compito degli organi della rivista.

__________________________________________

Ricerca nella rivista “Valori e Valutazioni”

Search
Generic filters
Exact matches only

Search
Generic filters
Exact matches only
19 - 2017
20 - 2018
21 - 2018
22 - 2019
23 - 2019
24 - 2020
Special Issue 25
26 - 2020
Special Issue 27
28 - 2021
29 - 2021
30 - 2022
 

Most popular papers